Composizione

Condividi sui social network

La composizione del sangue

Il sangue è formato da una parte liquida e da una parte corpuscolata, costituita da cellule o parti di cellule.

La parte liquida si chiama plasma ed è composta per più del 90% da acqua; vi si trovano disperse numerose famiglie di proteine, di cui la più rappresentata è l'albumina, che svolgono svariate funzioni: trasporto di sostanze (farmaci, ioni), regolazione della coagulazione, regolazione della pressione oncotica, eccetera; inoltre vi sono disciolti ormoni, elettroliti e gas.

Le cellule del sangue o ematiche si dividono in:

  • eritrociti o globuli rossi o emazie: hanno la funzione di trasportare l'ossigeno a tutte le cellule del corpo;
  • leucociti o globuli bianchi: hanno il compito di difendere l'organismo dagli attacchi di agenti patogeni quali batteri o virus;
  • piastrine o trombociti: le piastrine infine svolgono un ruolo essenziale nella coagulazione del sangue;

Le cellule del sangue, nell'adulto, sono prodotte dal midollo osseo, dalle linfoghiandole (in particolare i leucociti), dalla milza che è uno fra i principali organi del sistema linfatico.

Le varie cellule del sangue sono prodotte nel midollo osseo in un processo chiamato emopoiesi, che include l'eritropoiesi, la produzione di globuli rossi e la melopoiesi, la produzione di globuli bianchi e piastrine. Durante l'infanzia, quasi tutte le ossa producono globuli rossi; negli adulti la produzione di globuli rossi è limitata ai corpi delle vertebre, allo sterno, alla gabbia toracica, alle ossa pelviche e alle ossa degli arti superiori e delle gambe. In aggiunta, durante l'infanzia, il timo (una ghiandola interna localizzata nel mediastino) è una fonte di linfociti.

La componente proteica del sangue è prodotta per la maggior parte dal fegato, mentre gli ormoni sono prodotti dalle ghiandole endocrine e la frazione liquida è regolata dall'ippotalamo e mantenuta dai reni.

Il sangue concorre al 7% del peso del corpo umano, con una densità media di circa 1060 kg/m3 (molto vicina a quella d'acqua pura, 1000 kg/m3). Un adulto medio ha un volume totale di sangue di circa 5 litri, composto per la maggior parte (55%) di plasma (la parte liquida) e di svariati tipi di cellule (la parte corpuscolata).

Un microlitro (ossia un millesimo di millilitro, vale a dire un milionesimo di litro) di sangue contiene:

  • da 4,7 a 6,1 milioni (maschi), da 4,2 a 5,4 milioni (femmine) di eritrociti (globuli rossi): trasportano l'ossigeno a tutto il corpo. Eritrociti sani hanno una vita nel plasma di circa 120 giorni prima che siano degradati nella milza e nel fegato.

  • 4 000 - 11 000 leucociti (globuli bianchi): sono parte del sistema immunitario; distruggono e rimuovono le cellule vecchio e i detriti cellulari, attaccano gli agenti patogeni (batteri, virus) e le sostanze estranee.

  • 200 000 - 500 000 trombociti (piastrine), sono tra i responsabili della coagulazione del sangue e permettono perciò di arrestare la fuoriuscita del sangue dalle ferite.

Il colore

Circa il 98,5% dell'ossigeno in un campione di sangue arterioso in un umano sano che respiri aria con pressione a livello del mare è combinato con l'emoglobina. Circa l'1,5% è disciolto nel sangue e non combinato con l'emoglobina.

L'emoglobina è anche il principale fattore che determina il colore del sangue nei vertebrati. Il sangue arterioso e capillare è rosso vivo siccome l'ossigeno conferisce un forte colore rosso ai gruppi heme. Il sangue deossigenato ha una tonalità più scura di rosso, è presente nelle vene ed è quello prelevato durante le donazioni o i prelievi.

Le vene nelle pelle appaiono blu per una varietà di ragioni che dipendono solo debolmente dal colore del sangue: la diffrazione della luce e l'elaborazione dei colori da parte del cervello compiono un ruolo importante.

 


Rielaborato a partire da Sangue, Wikipedia, L'enciclopedia libera. 5 nov 2009, consultata il 7 nov 2009.